Lo sportello d’ascolto psicologico a scuola

Introduzione
La proposta di uno Sportello di Ascolto Psicologico all’interno del Liceo Scientifico “Leonardo Da Vinci” di Bisceglie nasce dall’evidenza che la Scuola non è solo un luogo in cui avviene l’apprendimento e in cui si trasferiscono conoscenze, ma è anche uno spazio di relazioni, di incontri.
L’Istituzione Scuola accoglie i ragazzi in un momento evolutivamente molto delicato e controverso e risulta quindi fondamentale dedicare uno spazio ed un tempo per affrontare problematiche inerenti la crescita, la dispersione scolastica, l’insuccesso, il bullismo, ma anche uno spazio in cui fare prevenzione rispetto alle situazioni di disagio e sofferenza e alle situazioni di rischio.
Cosa è?
Si tratta di attività di prevenzione, informazione, sostegno e consulenza psicologica.
Lo spazio è dedicato prima di tutto ai ragazzi, ai loro problemi, alle loro difficoltà con il mondo della scuola,
della famiglia, dei pari e fornisce agli studenti la possibilità di prevenire o affrontare situazioni a rischio. Lo
sportello è rivolto anche a genitori e insegnanti, come supporto utile per gestire le problematiche tipiche
dell’età adolescenziale.
Quale è la finalità?
La finalità del progetto è quella di:
 migliorare la qualità della vita degli studenti favorendo nella scuola benessere, successo e piacere,
promuovendo quelle capacità relazionali che portano ad una comunicazione assertiva e collaborativa
 incrementare l’autostima e il senso di efficacia personale;
 aiutare gli studenti a capirsi e a conoscersi meglio;
 fornire agli studenti uno spazio per riflettere, cercare possibilità, attivare risorse, utilizzare strumenti
utili per la soluzione di problemi e per prevenire e gestire eventuali difficoltà scolastiche;
 prevenire fenomeni di dispersione scolastica
 supportare insegnanti e genitori nella relazione con i ragazzi in situazioni di difficoltà e fornire un
supporto per gestire la loro relazione.   Come si accede al servizio?                           Il servizio è offerto gratuitamente dalla scuola. È possibile accedervi previo appuntamento concordato direttamente con la Psicologa tramite contatto diretto o e-mail [email protected] o tramite un docente resosi disponibile ad intercedere per l’interessato (o per il gruppo classe).Inoltre, le attività di ascolto vengono realizzate attraverso colloqui individuali di consulenza e non hanno carattere terapeutico. L’allievo viene accolto nelle proprie richieste attraverso una modalità empatica, non giudicante, con l’obiettivo di aiutarlo nell’analisi del problema e nella comprensione del proprio vissuto.Tutti gli interventi, inoltre, vengono realizzati nel pieno rispetto della riservatezza e del segreto professionale.

Chi è il referente del progetto?
La referente del progetto è la Dott.ssa Rosarita Quaranta. Psicologa, Psicoterapeuta, Esperta in
Psicopatologia dello Sviluppo, già presente nel nostro Istituto in qualità di Docente.
Quando?
Gli incontri seguiranno il seguente calendario:

 

Precedente Breaking Meth Successivo Gilet arancioni